-

La chiesa di San Giuseppe fu commissionata dal Marchese Giuseppe Vincentini nel 1690 e progettata dall’architetto Francesco Fontana (Roma, 1668 – Castelgandolfo, 1708), il quale, figlio del famoso Carlo, fu professore all’Accademia di San Luca.
Completata nel 1696, la chiesa è sviluppata su pianta rettangolare e si articola in una stanza e un presbiterio. La pala sovrastante l’altare con intarsi di marmo rappresenta ‘Lo Sposalizio della Vergine’, preziosa opera di un artista cortonese. Le spoglia di Sant’Alessandro sono custodite all’interno dell’altare.
La cantoria è stata recentemente restaurata e accoglie di nuovo un organo a canne. Recital e concerti privati sono organizzati durante il corso dell'anno.
Questa squisita chiesetta privata, parte del Borgo, può essere prenotata per eventi privati.
La chiesa di San Giuseppe fu commissionata dal Marchese Giuseppe Vincentini nel 1690 fu progettata dall’architetto Francesco Fontana (1668–1708) e completata nel 1696. La pala sovrastante l’altare con intarsi di marmo rappresenta ‘Lo Sposalizio della Vergine’, preziosa opera di un artista cortonese. La cantoria è stata recentemente restaurata e accoglie di nuovo un organo a canne. Recital e concerti privati sono organizzati durante il corso dell'anno. Questa squisita chiesetta privata, parte del Borgo, può essere prenotata per eventi privati.